Sostegno alla Genitorialità (o Parent Training)

Essere genitori è uno dei lavori più complessi, fragili e importanti che esista al mondo: il nostro modo di essere genitori plasmerà le generazioni future e di conseguenza il mondo che verrà. Più in piccolo, e non certo meno importante, plasmerà la vita dei nostri figli, la loro capacità di affacciarsi al mondo, relazionarsi con gli altri e intraprendere la propria strada. Il sostegno alla genitorialità è un intervento di accompagnamento per gli adulti che affrontano il difficile ruolo genitoriale: durante questo viaggio così complesso e delicato si affrontano diversi momenti di burrasca e difficoltà, non sempre è facile ritrovare la rotta o capire come comportarsi con i propri figli, talvolta ci si sente persi e si sente il bisogno di trovare uno spazio di ascolto e aiuto, guidati da un professionista.

Gli obiettivi del Sostengo alla Genitorialità

I percorsi di sostegno genitoriale hanno come obiettivi primari:

  • Comprendere e migliorare la relazione con i propri figli.
  • Definire e sviluppare il giusto stile educativo.
  • Lavorare sullo stile comunicativo e la conversazione con i figli e in famiglia.
  • Ampliare le competenze e risorse dei genitori nella gestione di situazioni di criticità.
  • Lavorare sulle varie dinamiche familiari.
  • Esplicitare e riflettere sul vissuto emotivo dei genitori e dei figli.
  • Trovare nuove strategie di intervento e di gestione della quotidianità in famiglia.

Sostegno alla Genitorialità: a chi è rivolto?

Il percorso di Sostegno alla Genitorialità è rivolto a qualsiasi genitore (o tutore), senza alcuna esclusione. Infatti, non si rivolge solo alle famiglie che si trovano in estremo bisogno, chiunque può sentire la necessità di una guida per essere certo di svolgere al meglio il proprio ruolo e per chiedere consiglio sul proprio stile educativo e comunicativo.

Detto questo, viene maggiormente richiesto per superare momenti di forte crisi (divorzi, lutti, cambiamenti traumatici, situazioni di bullismo…) o in presenza di problematiche comportamentali (forti scatti d’ira, problemi d’ansia…) o disturbi infantili quali DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento), disturbi dello spettro autistico, DOP (Disturbo Oppositivo Provocatorio), ADHD (disturbo da deficit di attenzione/iperattività), sindromi o disabilità di varia natura.

Accettare i propri limiti e mettersi in discussione come genitore può rivelarsi un’occasione di crescita e arricchimento personale, nonché la strada per trovare una vita familiare felice ed equilibrata.

Come si svolge il percorso di Sostegno alla Genitorialità

Questa tipologia di consulenza viene condotta da un professionista esperto in educazione, ovvero il Pedagogista, il cui intervento consiste nel riconoscere le criticità interne alla famiglia e fornire ai genitori strumenti e strategie valide al fine di trovare un sano equilibrio nella vita famigliare.

Questo percorso si divide in due fasi:

  • Durante la prima fase il Pedagogista di occuperà di osservare la quotidianità familiare, studiando nel dettaglio le modalità di interazione e comunicazione, lo stile educativo, i punti di criticità e così via.
  • Nella seconda fase ci si concentrerà sulla consulenza vera e propria, durante la quale verranno forniti metodi e strategie per modificare la propria situazione familiare e raggiungere gli obiettivi sopra citati.

È necessario per un adulto che svolge funzione genitoriale comprendere che, talvolta, si formano dei circoli viziosi all’interno delle dinamiche familiari, che tendono a far reiterare comportamenti disfunzionali, sia ai genitori che ai figli.

Un professionista può aiutare a spezzare questi circoli viziosi, a introdurre comportamenti funzionali nella propria vita quotidiana, facendo sì che gli adulti siano un esempio positivo per la crescita sana e felice dei propri bambini.

Se sei interessato/a a un percorso di Sostegno alla Genitorialità o vuoi saperne di più, puoi contattarmi per fissare un incontro conoscitivo gratuito.